“Cos'è e a cosa serve l'alberello” Scopri la lezione 3 del Maestro Boldi

lezione N°3

L'alberello

L’utilizzo delle tecnologie non solo è ormai di fondamentale supporto all’interno delle produzioni Nemesi, ma regala anche preziosi spunti per soluzioni sempre più innovative. Come abbiamo visto nella lezione precedente, la stampa 3D consente di creare più oggetti con una sola stampata, suddividendoli sempre in sottili strati sovrapposti. Proprio da questa osservazione nasce l’alberello: un ramo di cera su cui vengono fissati contemporaneamente diversi anelli, uno accanto all'altro. In questo modo si semplificano di molto le fasi di gessatura e di colatura dell’oro - identiche per ogni tipo di gioiello - ottenendo così più precisione e un miglior rapporto qualità-prezzo.

Come si crea il grappolo

Ogni singolo oggetto creato in resina viene collegato manualmente agli altri attraverso un piccolo saldatore in grado di lavorare la cera. In questo modo più pezzi singoli divengono un solo corpus di cera e resina. Così nasce l’alberello, il grappolo che distingue la produzione Nemesi da ogni altra produzione 3D esistente.

A ogni gioiello la sua pietra

Nell'esempio semplificato illustrato nel tutorial, spiega Andrea, le pietre verranno inserite a gioiello quasi finito. Tuttavia, grazie alle particolari forme dei modelli tridimensionali e alle enormi possibilità di modellazioni 3D attuali, in Nemesi è possibile inserire le pietre in maniera nativa, facendo così nascere un gioiello che già contiene i preziosi. Per questo la scelta delle pietre da incastonare avviene subito dopo aver creato l'alberello.

La scelta delle pietre richiede cura, conoscenza e gusto estetico: ogni pietra è diversa per forma e colore. Ogni pietra ha la sua storia.

La gessatura del grappolo

Una volta finito, il grappolo viene fissato a una base tonda di silicone che viene inserita in un cilindro di acciaio. Qui, il gesso circonderà completamente l’alberello creando una forma perfetta "in negativo".

L’alberello scomparirà ai nostri occhi, ma rimarrà ancorato alla base di silicone.

Il cilindro di gesso verrà quindi inserito in forno per una notte. Il gesso si solidificherà, mentre la resina scomparirà completamente. Si creerà dunque il perfetto "negativo" dell'alberello: una struttura cava pronta ad ospitare il metallo che riproduce fedelmente le forme del progetto di partenza.

Scarica il memorandum della lezione

Galleria

il corso di oreficeria innovativa

Andrea Boldi in 6 lezioni spiega come la tecnologia della stampa 3D e la grande tradizione orafa possano creare un gioiello unico e inimitabile.

Leggi di più

Guarda
Il programma

Il programma

  • 08_10_2014 08_10_2014
  • 15_10_2014 15_10_2014
  • 22_10_2014 22_10_2014
  • 29_10_2014 29_10_2014
  • 05_11_2014 05_11_2014
  • 12_11_2014 12_11_2014

Lezione n° 1

Come nasce un gioiello innovativo. Dall'idea alla progettazione tecnica e grafica. Come creare il disegno per la produzione 3D.

guarda la lezione

Lezione n° 2

Tutti i segreti della stampa 3D. Come funziona, quali sono i vantaggi del suo utilizzo e come realizzare gioielli altrimenti impossibili.

guarda la lezione

Lezione n° 3

L'alberello e il grappolo. Come unire tra loro i modelli in stampa 3D e come scegliere le pietre migliori. Il metodo per il calco in cera dei gioielli.

Lezione n° 4

L'oro 18 carati. La lavorazione della lega più famosa al mondo. La colata dell'oro nel calco.

guarda la lezione

Lezione n° 5

Degessatura e sgrappolatura dell'aberello. Come raccogliere i "frutti" e rifinire l'anello.

guarda la lezione

Lezione n° 6

Impreziosire un gioiello. Inserimento dei preziosi e rifiniture di dettaglio che rendono unico un anello.

guarda la lezione

Ricordami della lezione

Andrea Boldi

Aggiungi un promemoria alla tua agenda, non perdere nemmeno una Lezione del Maestro!
Riceverai un memo oggi e uno quando la lezione verrà pubblicata sulla piattaforma.

save

Ricordami della lezione

l promemoria è stato aggiunto!
Riceverai una mail il giorno dell’evento, con il link per accedere alla lezione.

chiudi

Ricordami della lezione

Il promemoria è già stato aggiunto!
Riceverai una mail il giorno dell’evento, con il link per accedere alla lezione.

chiudi